Tel: 06.65.77.17.11  Mail: info@tradeart2000.com

Lunedì 25 Settembre 2017

Multicare Platinum

2720 volte Ultima modifica il Giovedì, 07 Aprile 2016 09:19
Vinaora Nivo SliderVinaora Nivo SliderVinaora Nivo Slider
 

Il tavolo per biopsia Lorad MultiCare si distingue per alcuni aspetti caratteristici.

I vantaggi del sistema Lorad consistono nella possibilità di avere un posizionamento del paziente da Dx a Sx o viceversa poiché il tavolo è ambidestro il che facilita enormemente il posizionamento del paziente in funzione della localizzazione ed intervento sulla lesione (Dx o Sx).

Il fatto che il braccio abbia una rotazione effettiva di 180° permette nuovamente un accesso totale (360°) alla paziente senza necessità di “braccetti aggiuntivi” o di storcere la mammella. L’operatore lavora da seduto su comodo sgabello imbottito e non  deve girare intorno al tavolo per avere accesso al paziente.

Il disegno del foro sul tavolo Lorad consente un accesso totale, anche ascellare, senza dover utilizzare il braccio in laterale e senza la torsione del seno.

Solo il tavolo MultiCare consente inoltre l’approccio dal di sotto “From Below” (opposto alla CC) in modo che, tra l’altro, i segni dell’intervento vengono a trovarsi in zona “non visibile” il ché e sempre importante per l’estetica femminile.

La geometria presenta il tubo RX ed il recettore di immagine digitale solidali in modo che il fascio è sempre allineato con il recettore in ogni posizione consentendo all’assieme di ruotare in modo congiunto intorno alla lesione mentre invece altri sistemi  hanno il tubo che viene mosso rispetto al recettore d’immagine, il che produce una distorsione geometrica per l’effetto di “parallasse” con possibile perdita della corretta centratura dell’area d’interesse nella vista stereo, cosa che non avviene nel sistema Lorad.

Le dosi disperse (scatter) nel sistema Lorad sono inferiori  grazie allo spazio disponibile tra il recettore d’immagine ed il supporto del seno migliorando inoltre il contrasto e la risoluzione. Lo scatter viene poi ulteriormente ridotto da una piastra di acciaio inossidabile.

La distanza SID di 88 cm, la massima disponibile sul mercato, garantisce una miglior risoluzione d’immagine insieme ad una riduzione della possibilità di offuscamento.

Il sistema permette inoltre di posizionare la piastra di compressione a partire da differenti riferimenti iniziali a seconda della dimensione della mammella per minimizzare la dose al paziente e la dose diffusa.

Le coordinate cartesiane del sistema Lorad permettono un posizionamento dell’ago parallelo al torace e l’altezza variabile della piattaforma consente l’accesso anche in zone prossime alla parete del torace ed alla zona areolare. Le coordinate cartesiane fanno sì che millimetri del sistema digitale corrispondano a millimetri nel campo d’azione senza dover convertire i gradi in millimetri e quindi con una miglior corrispondenza.

Le coordinate cartesiane sono “intuitive”, con misure in millimetri per cui,  se l’analisi delle immagini stereo pre-intervento (ad es. dopo l’anestesia il target può essersi “spostato”)  visualizza che l’ago è 5 mm spostato a sinistra, è semplice riposizionare     5 mm a destra per la correzione; mentre invece con le coordinate polari,  poiché l’ago è come se si muovesse su di un arco, la correzione di uno dei parametri di posizionamento farà variare l’accuratezza delle altre coordinate e quindi si rende necessaria la nuova acquisizione di una coppia di viste stereo  per correggere l’errore il che equivale  a ripetere completamente la procedura di acquisizione delle viste stereo con perciò superiore perdita di tempo e maggior dose alla paziente.

I sistemi di imaging più evoluti (ad es. la TAC)  utilizzano le coordinate cartesiane e non quelle polari.

Il sistema Lorad consente due differenti modi di acquisizione: acquisizione con matrice 512 x 512 per un maggior contrasto, ideale per masse di tessuto molle e per la maggior parte delle calcificazioni e con anche minor dose al paziente ed acquisizione 1024 x 1024 per la massima risoluzione spaziale, ideale per le micro calcificazioni; mentre invece gli altri sistemi hanno solo l’acquisizione 1024 x 1024 quindi sempre il massimo della dose al paziente.

La dimensione utile della camera digitale DSM  6.8 x 6.8 cm è superiore a qualunque altro sistema presente sul mercato.

Il comando remoto facilita l’utilizzo del sistema minimizzando gli ingombri.

Completa compatibilità DICOM.

Certezza di ulteriori continui sviluppi del sistema, caratteristica questa che solo il tavolo prono per biopsia stereotassica della Lorad, Hologic company, può garantire.

Il tavolo stereotassico per biopsia mammaria prona della Lorad, Hologic company, modello MultiCare Platinum è esclusivo nel suo genere per le seguenti caratteristiche:

·         Sistema autonomo indipendente dotato di proprio tubo e detettore;

·         Accesso reale a 360°, con paziente prono, su qualsiasi tipo di lesione senza ulteriori supporti;

·         Approccio su seni con spessore inferiore ad 1 cm senza necessità di braccino laterale;

·         Compatibilità con tutti i dispositivi per biopsia presenti sul mercato mondiale;

·         Esecuzione di tutte le procedure di biopsia;

·         Possibilità di posizionamento della paziente destra-sinistra sinistra-destra a seconda del seno di interesse;

·         Braccio a C (tubo e detettore solidali) rotante +/- 180°;

·         SID 88cm, il massimo disponibile sul mercato;

·         Piastra per compressione dedicate in acciaio inossidabile per ridurre lo scatter e per ottimizzare la compressione;

·         Possibilità di esecuzione di immagine scout su pellicola senza rimozione del detettore;

·         Doppia modalità di acquisizione: 512x512 e 1024x1024;

·         AEC (Automatic Exposure Control) per una migliore definizione dell’immagine  e minor dose alla paziente;

·         Sistema opzionale Suros Atec ad aspirazione assistita multi-prelievo fornibile in prova per testarne la superiore flessibilità e validità d’uso (guida stereotassica, ultrasuoni, risonanza magnetica).

Procedure cliniche possibili:

·      Filo di localizzazione (Wire Localization);

·      Clip metallica nella zona del prelievo;

·      Aspirazione con ago sottile (FNA);

·      Needle Core Biopsy (NCB);

·      Large Core Biopsy (LCB);

Si sottolinea che Hologic è proprietaria tra l’altro di: Lorad, R2, Suros, AEG Elektrofotografie GmbH  (acquisizione e produzione in proprio di tutto il know-how  in mammografia e procedure stereotassiche).

Il dispositivo opzionale Suros Atec ad aspirazione assistita, multiprelievo (12 prelievi in un minuto) è disponibile in tre differenti versioni:

  • Pearl Unit per l’utilizzo sotto guida ecografica e stereotassica;
  • Emerald per utilizzo sotto guida MRI;
  • Sapphire prima console “all in one” per utilizzo sotto guida ecografica, streotassica ed MRI.
Altro in questa categoria: « Affirm Cytoguide »

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter e rimani in contatto con Trade Art 2000

Contatti

 Indirizzo: Via della Pisana n. 1353, 00163 Roma (RM)

  Tel: +39 06.65.77.17.11 (r.a.)

  Fax:+39 06.65.77.17.18

  Email: info@tradeart2000.com

  Pec: tradeart2000@pec.it

  Web: tradeart2000.com

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. Per maggiori informazioni consulta la nostra Privacy Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.