Tel: 06.65.77.17.11  Mail: info@tradeart2000.com

Mercoledì 17 Ottobre 2018

Selenia Dimensions

6231 volte Ultima modifica il Giovedì, 07 Aprile 2016 15:21
Vota questo articolo
(1 Vota)
Vinaora Nivo SliderVinaora Nivo SliderVinaora Nivo SliderVinaora Nivo SliderVinaora Nivo SliderVinaora Nivo SliderVinaora Nivo SliderVinaora Nivo SliderVinaora Nivo Slider

Il mammografo digitale Hologic Selenia Dimensions con funzionalità di Tomosintesi è di ultima generazione e rappresenta un significativo salto di qualità nel campo della mammografia digitale. Il sistema utilizza una piastra al Selenio amorfo aSe abbinata a dispositivo di read-out tipo TFT al Silicio amorfo ed abbina quindi le caratteristiche tecnologiche del Selenio amorfo e del Silicio amorfo, ed inoltre utilizza un tubo RX con anodo biangolare di tungsteno-renio abbinato all’esclusiva griglia antidiffusione a struttura cellulare senza riempitivo mod. HTC (brevetto esclusivo) che ottimizza il passaggio del fascio diretto (80% contro solo il 50% delle griglie lineari) con assorbimento omnidirezionale delle dosi disperse. Il detettore è a vero pieno campo – area 24 cm x 30 cm ed area utile 24 cm x 29 cm, con pixel da 70 micron e valori di MTF e DQE superiori a qualunque altro sistema e tecnologia.

Le caratteristiche esclusive del sistema consentono l’esecuzione di indagini diagnostiche mammografiche di altissima qualità sia di screening che di diagnostica clinica e la funzionalità di immagini 3D Tomosintesi. Grazie alla sua elevata ergonomicità il sistema occupa spazi minimi e consente un facile accesso al paziente, anche in posizione seduta.

Selenia Dimensions ha le seguenti peculiari ed esclusive caratteristiche:

·         Piastra Full Field 24x30 (area attiva 24cmx29cm prodotto esclusivo di Hologic);

·         Detettore al Selenio amorfo e read-out al Silicio amorfo con pixel 70µm e tecnologia costruttiva a fungo (caratteristiche esclusive);

·         Risoluzione superiore a 7 lp/mm (caratteristica esclusiva);

·         Griglia HCT a struttura cellulare senza riempitivo con alto coefficiente di trasmissione (brevetto esclusivo);

·         Dispositivo di compressione con movimento anche sul piano orizzontale per ottimizzare la visualizzazione del prolungamento ascellare nelle viste oblique;

·         Set 9+2 differenti Piastre di compressione per qualunque tipo di vista con l’esclusiva funzionalità F.A.S.T. ad auto inclinazione per distribuzione uniforme della compressione (caratteristiche esclusive);

·         Sistema AEC “intelligente” di controllo automatico esposizione su tutta l’area compressa suddivisa in celle virtuali di 1 cm2 e selezione di 2 celle (a maggior densità e densità media): il sistema misura e seleziona i parametri di esposizione sulla base della dimensione e trasparenza radiologica della mammella.

o   Le celle possono essere posizionate anche con comando manuale su porta compressore in sette differenti locazioni a partire dalla parete del torace fino a 15 cm all’interno del detettore oppure vengono posizionate in automatico con lettura di tutta l’area compressa (caratteristiche esclusive).

Funzionalità tomosintesi

Selenia Dimensions è stato progettato per l’acquisizione di immagini mammografiche 2D e 3D (Tomosintesi).

Il principio di funzionamento dell’applicativo “TOMOSINTESI” è presentato nell’articolo scientifico: “Fondamenti della Tomosintesi della Mammella” di Andrew Smith, Ph.D.

Il sistema esegue una sequenza di viste a vari angoli di incidenza consentendo così ad un  software dedicato di presentare una ricostruzione tridimensionale della mammella con possibilità di visualizzazione stratificata a millimetri (es. per uno spessore di compressione di 6cm sarà possibile visualizzare 60 “slice”).

La dose totale ed il tempo di esposizione sono equivalenti a quelli di un normale “studio mammografico” - tempo esposizione 3,75 secondi - mentre la compressione può essere leggermente inferiore.

La funzionalità di tomosintesi è pertanto compiutamente e completamente operativa, con certificazioni ottenute ed installazioni eseguite e visionabili sul campo in tutto il mondo, Italia inclusa. L’attivazione di tale funzionalità richiede unicamente una licenza software e quindi non è necessario alcun intervento sulla meccanica dell’apparecchiatura od altro, ma è sufficiente “caricare” nel computer il software di gestione della modalità ed il codice alfanumerico della relativa licenza.

Hologic è quindi ancora una volta all’avanguardia in campo internazionale sugli sviluppi delle nuove metodiche di imaging nella mammografia digitale con il sistema dotato della funzione “Tomosintesi”, nel rispetto delle normative internazionali e con le necessarie certificazioni e marchi (ISO, CE, FDA etc.).

Workstation di acquisizione immagini (preview):

La consolle del mammografo Selenia Dimensions è altamente ergonomica e poco ingombrante. Infatti, nella stazione del tecnico si trova sia la ”Console di Comando” che la “Workstation di acquisizione/elaborazione”; in questo modo si minimizzano gli spazi occupati dal sistema, si ottimizza la funzionalità del sistema senza perdite di tempo per passare da console comando a stazione acquisizione, si facilita e si potenzia al massimo il lavoro del tecnico di radiologia.

La console può essere posizionata ovunque nella sala di mammografia ed è dotata di schermo anti-X integrato; avendo cavi lunghi 4-6m può essere remotizzata a piacere, garantendo la massima visibilità sulla paziente.

La stazione operatore ingloba pertanto sia la parte di comando del mammografo (es. modalità programmazione generatore, doppio pulsante attivazione raggi X) che la programmazione del lavoro (inserimento fino a 300 pazienti in una singola seduta) via tastiera, con possibilità di configurare il tipo di lavoro (sigla operatore, tipo di proiezioni da eseguire, tipo di modo di funzionamento scelto - manuale, semi-automatico, automatico- e di ogni altro comando) per il corretto funzionamento del sistema. Il sistema garantisce la più ampia possibilità di memorizzazione immagini non compresse con possibilità di masterizzazione su CD/DVD. Il sistema consente l’esecuzione sia di esami mammografici clinici e di screening che i protocolli di acquisizione di immagini 3D (tomosintesi).

La stazione di acquisizione consente la visualizzazione in tempo reale delle immagini acquisite per accettazione o rifiuto da operatore (l’immagine 2D è visualizzata entro 4 secondi da fine esposizione e 6 secondi per le imamgini 3D). Le immagini rifiutate finiscono in apposito “folder” dove vengono conservate per consentire all’operatore un eventuale recupero. Le immagini accettate vengono trasferite automaticamente in tempo reale alla stazione di refertazione ed a dispositivo di memoria di massa (es. PACS/RIS).

Stazione diagnostica (RWS)

Il Selenia Dimensions è equipaggiato con una stazione di diagnostica e refertazione, configurata per consentire il trattamento di immagini mammografiche 2D e 3D in alta risoluzione ed in grado di gestire esami clinici e di screening.

La stazione è dotata di  software personalizzato “SecurView” e completa di dispositivo UPS, 2 monitor LCD 5Mp, 1 monitor LCD a colori di interfaccia-gestione e tastiera funzionale “keypad”.

A complemento del sistema, sono disponibili diversi software, che rendono l’unità mammografica ancora più performante:

C-View

L’innovativa funzionalità C-View di Hologic crea immagini 2D sintetizzate dal gruppo di immagini di tomosintesi della mammella ottenute con il mammografo  Selenia  Dimensions, eliminando così la necessità di una esposizione 2D convenzionale durante un esame 3D.   L’opzione C-View rende questo possibile e riduce in tal modo sia il tempo di compressione della paziente che la dose di radiazione.

Quantra

Il software Quantra è in grado di distinguere il tessuto denso da quello grasso nella mammella. Quantra fornisce una misura assoluta del volume totale di tessuto fibroghiandolare.

CAD 2D

Il software del CAD è programmato per cercare in modo automatico quelle aree che presentano caratteristiche tipiche di lesioni (masse, micro calcificazioni) al seno; il software fornisce pertanto un aiuto nell’individuazione automatica di micro calcificazioni e/o masse. Tali aree vengono evidenziate da un contorno che le delimita e l’immagine viene rispedita alla stazione di refertazione permettendo al radiologo di integrare la propria diagnosi con quella suppletiva del sistema automatico di seconda lettura.

Le immagini del SELENIA vengono ricevute dal CAD nel formato DICOM MG per il processo ed analizzate dall’algoritmo brevettato CAD; vengono poi trasferite alle stazioni di refertazione del radiologo e al PACS quali oggetti DICOM CAD SR; infine, vengono sovrapposte alle immagini del Selenia come parte del processo di ri-visualizzazione.

CAD 3D

Utilizzando sofisticati algoritmi software, ImageChecker 3D Calc CAD analizza il gruppo di immagini di Tomosintesi alla ricerca di calcificazioni potenzialmente associate con un tumore alla mammella. I marcatori vengono posizionati sulle regioni di interesse per focalizzare l'attenzione del radiologo. L'algoritmo altamente evoluto consente di ottenere risultati estremamente sensibili senza l'eccessiva marcatura di falsi positivi, fornendo in tal modo un efficiente sistema di analisi dei casi.

ImageChecker 3D Calc CAD è offerto esclusivamente per il Selenia® Dimensions® con stazione SecurView®, opera con il server CenovaTM T e fornisce una completa compatibilità con le reti DICOM.ImageChecker 3D Calc CAD garantisce una superiore flessibilità consentendo di selezionare la regolazione della sensitività o dei punti operativi, che siano i più adeguati alle vostre abitudini. ImageChecker 3D Calc CAD considera quanto individuato in ordine di importanza delle caratteristiche nella regione considerata. Una regione sarà marcata unicamente  se la sua classificazione cade sopra un prescelto punto operativo. È possibile una selezione di tre differenti punti operativi per l’individuazione delle calcificazioni.

Contrast Enhanced Digital Mammography - I-View Dual Energy

La mammografia con mezzo di contrasto si basa sul principio dell’aumento del flusso sanguigno nella zona dove potrebbe essere presente una regione tumorale. Tale procedura prevede l’iniezione venosa del mezzo di contrasto (iodato) sulla paziente e, successivamente, una serie di acquisizioni mammografiche. Il mezzo di contrasto tende a concentrarsi nelle aree “sospette”.

Esistono due metodi con cui poter valutare le immagini ottenute:

·         Valutare l’immagine con i picchi della concentrazione del mezzo di contrasto, circa due minuti dopo l’iniezione: le zone con maggior assorbimento potrebbero indicare la presenza di una lesione maligna. Si inietta il mezzo di contrasto e si acquisiscono due diverse immagini ad “alta” e “bassa” energia, effettuando poi la sottrazione delle due immagini.

·         Valutare l’andamento temporale (Curva Cinetica) del mezzo di contrasto. Si acquisiscono diverse immagini in successione e si valuta l’assorbimento del mezzo di contrasto. Studi hanno dimostrato che, nella zona dove è presente una lesione maligna, si hanno variazioni rapide del mezzo di contrasto.

 

 

Altro in questa categoria: Sophie Classic S »

 
 
 
 

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. Per maggiori informazioni consulta la nostra Privacy Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.